Il Castello L'Om 'd Fer a Sant'Ambrogio, in provincia di Torino

Fu l’imperatore Federico I Hohenstaufen, meglio noto come Federico Barbarossa che nel 1162 diede ordine di costruire il Castello: 14 anni più tardi, nel 1176 venne terminato e cominciò un prosperoso sviluppo del borgo di Sant’Ambrogio interrotto bruscamente 2 secoli dopo, nel 1363 quando le truppe mercenarie inglesi, capitanate da Filippo II di Savoia-Acaia col sostegno dell’abate Pietro III di Fongeret lo saccheggiarono distruggendolo. Dal 1533 al 1559 il Castello subì l’occupazione prima degli spagnoli, poi dei francesi e infine passò ai Savoia nel XVI secolo, che lo rinforzarono dotandolo di artiglieria leggera e di un buon numero di soldati.

Venne nuovamente lesionato il 9 e 10 luglio 1630 nel corso dell’assedio di Sant’Ambrogio durante un’altra epica battaglia nella piana tra Sant’Ambrogio ed Avigliana tra l’esercito piemontese e l’esercito francese, che vedeva contrapposti Carlo Emanuele I di Savoia e le truppe del re di Francia Luigi XIII comandate dal maresciallo di Montmorency. Nel XVII secolo il palazzo continuò a essere di dominio sabaudo, e venne nuovamente occupato e semidistrutto ancora dai francesi durante l’assedio di Torino del 1706. Durante questi due secoli, guerre e battaglie lo ridussero allo stato di rudere e finì in abbandono, fino a quando nel 2002 con un progetto di recupero cominciò il restauro durato svariati anni.

HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI? CONTATTACI!

Via Sacra di San Michele 34
Sant’Ambrogio di Torino (TO)
Cel. 345 46 89 567

info@lomdfer.com

CONTATTACI

Per conoscere le disponibilità e prenotare un tavolo o una camera, scrivici!